Condividi su:   Facebook Twitter Google

Il gruppi di Azione Cattolica Giovanissimi della nostra parrocchia si ritrova ogni sabato alle ore 17.00.

I ragazzi che vi partecipano hanno un’età compresa tra i 14 ed i 18 anni e stanno frequentano le scuole superiori; sono degli adolescenti, che vivono il delicato periodo di trasformazione e di passaggio dalla fanciullezza alla giovinezza e all’età adulta.

In questo periodo della loro vita gli animatori si pongono nei confronti dei ragazzi che gli sono affidati come degli educatori, per trasmettere gli insegnamenti utili a divenire bravi cittadini e buoni cristiani, e come degli accompagnatori, nel cammino di crescita fisica e psicologica che stanno compiendo.

L’esperienza del gruppo è un’importante momento di ritrovo per i ragazzi, che ora frequentano classi e scuole superiori differenti ed in diversi paesi; è un’occasione per stare insieme, chiacchierare e divertirsi, confrontarsi con i propri compagni e con testimonianze diverse, mettere a disposizione di tutti i propri doni, arricchirsi dell’amicizia comune.

 


 

Anno Pastorale 2019/2020

“Qui e ora”

Risultati immagini per sussidi azione cattolica 2020

I giovanissimi saranno incoraggiati ad abitare il loro tempo con consapevolezza e spirito critico, consapevoli che il segreto per una vita riuscita si svela nell’oggi di ciascuno, nei piccoli passi di ogni giorno.

Il tema trae origine dalla GMG di Panama 2019 e dal Sinodo dei vescovi per i giovani, con l’invito a «radicarsi nel presente per vivere bene il futuro» a partire dal brano evangelico di riferimento “Lo avete fatto a me” (Mt 25, 31-46), che ci esorta ad essere consapevoli del presente e imparare a viverlo con serenità.

“Qui è ora” si sviluppa attraverso quattro parole chiave dedicate a quattro diversi aspetti della vita: pazienza, fedeltà, appartenenza e gratuità.

– modulo iniziale Let’s start! sui luoghi del cuore;

– modulo sulla pazienza come capacità di cogliere il positivo in ogni situazione;

– modulo sulla fedeltà per vivere la quotidianità con tenacia e costanza, riconoscendo la bellezza dei doni ricevuti;

– modulo sulla appartenenza, per desiderare di essere protagonisti in una comunità

– modulo sulla gratuità, sostenendo la scelta di fare spazio agli altri e di vivere l’amore in modo disinteressato.

Condividi su:   Facebook Twitter Google